Migliore Pennellessa – Scelta, Utilizzo e Prezzi

Aggiornato il 17 Luglio 2023 da Luca Ferraro

In questa guida spieghiamo quali sono le caratteristiche della pennellessa e proponiamo un confronto tra i prezzi dei vari prodotti disponibili in commercio.

Sei in procinto di iniziare i tuoi lavori di bricolage ma non sai come scegliere una pennellessa? In questa guida ti spiegheremo tutte le principali caratteristiche di questo fondamentale aiutante nei piccoli e grandi lavori del fai da te. La pennellessa è infatti uno dei pennelli più pratici e utilizzati per rifinire, dipingere e decorare superfici di qualsiasi tipo, e permette rispetto ad altri utensili di risparmiare tempo ma allo stesso tempo di effettuare tratti netti e precisi. Non tutte le pennellesse che potrai trovare in commercio però, sono uguali. Vediamo quindi insieme come fare per distinguere quelle migliori e capire quali sono le caratteristiche essenziali da non perdere.

Come Scegliere la Pennellessa

Riconoscere una pennellessa è piuttosto semplice, ma non scontato. Quando facciamo riferimento a questo tipo di utensile intendiamo infatti un pennello piatto e largo di medie dimensioni, contraddistinto dalla presenza di un manico, di un eventuale sistema antigoccia e, naturalmente, delle setole. Spesso tuttavia, la pennellessa viene scambiata con un altro tipo di pennello, conosciuto come plafoncino. Tra i due strumenti vi è però una differenza fondamentale: il plafoncino, con i suoi 20 o 30 cm di larghezza, risulta piuttosto grande rispetto ad una classica pennellessa. Le dimensioni di quest’ultima infatti, non superano di norma i 10 cm, e rispetto al plafoncino la pennellessa risulterà anche più sottile e maneggevole. Nella tua scelta quindi, ricorda di scegliere una pennellessa se il tuo obiettivo è quello di dipingere o rifinire superfici dall’area limitata; in alternativa, potrai usare la pennellessa anche per preparare alcune superfici a future tinteggiature.

Le pennellesse disponibili in commercio possono essere suddivise in due grandi categorie principali: da un lato le pennellesse con setole sintetiche, dall’altro, le pennellesse con setole naturali. Entrambe rispondono a funzioni leggermente differenti, e si contraddistinguono per la loro possibilità o meno di dipingere e decorare superfici pregiate. Le pennellesse a setole sintetiche sono infatti molto più economiche e meno durature di quelle a setole naturali, e per questo motivo vengono solitamente impiegate come strumenti per procedere in modo spedito senza soffermarsi troppo sui dettagli. Ideali per stendere primer, vernici preparatorie o per effettuare lavori grossolani come la tinteggiatura di mobili da lavoro o per esterni, vengono solitamente trattate come pennelli usa e getta in quanto soprattutto con vernici molto dense o addirittura collose tendono a perdere moltissime setole già durante il primo utilizzo. Naturalmente, nessuno ti vieterà di verniciare un mobile antico o di pregio con una pennellessa a setole sintetiche, ma nel caso tu prenda questa decisione dovrai tenere in conto di ritrovarti a prelevare frequentemente setole staccate.

Se preferisci evitare inconvenienti e realizzare progetti precisi e ben definiti, ti consigliamo vivamente di propendere per la pennellessa a setole naturali. Questo per due motivi: da un lato la stesura della vernice risulterà molto più veloce e precisa, in quanto la fibra naturale del pelo animale, solitamente di cinghiale, meglio si adatta al contatto con pitture anche spesse e collose. Dall’altro, questo tipo di pennellessa è solitamente più costoso, e ciò la rende molto più resistente e ben realizzata. Quello che vogliamo dirti è che anche dopo diverse applicazioni, vedrai staccarsi pochissime setole, potendo così procedere più velocemente nel tuo lavoro.

Un’ulteriore distinzione utile che dovrai valutare prima di acquistare la tua prossima pennellessa riguarda il tipo di superficie che intendi tinteggiare. In commercio potrai infatti trovare pennellesse piatte con setole tutte della stessa lunghezza, così come pennellesse piatte con setole tagliate in diagonale, ideali per raggiungere anche gli angoli più difficili. Inoltre, esistono poi le pennellesse ad angolo, sagomate in modo da permetterti di dipingere senza sforzo anche superfici che risulterebbero altrimenti irraggiungibili. Esse presentano un manico piegato, che potrai utilizzare a tuo piacimento impugnando la pennellessa verso l’esterno o verso l’interno.

Infine, prima di acquistare una pennellessa è molto importante soffermarsi sul manico: questa componente essenziale di qualsiasi pennello può rendere il lavoro molto maneggevole o, se scadente, infinitamente scomodo. I manici migliori hanno solitamente una forma ergonomica e sono realizzati in plastica o gomma, risultando piuttosto comodi anche per lavori lunghi. I manici in legno sono meno comodi, ma allo stesso tempo garantiscono una buona presa e sono adatti a lavori di precisione. Entrambi i materiali sono piuttosto leggeri, quindi la scelta si orienta generalmente in relazione al gusto personale.

Per quanto riguarda i costi, il nostro consiglio è quello di scegliere pennellesse dal prezzo compreso tra i 5 e i 10 euro, anche a seconda delle dimensioni. Prodotti dal costo inferiore infatti, sono generalmente di scarsa qualità e tendono ad usurarsi molto in fretta. Pennellesse dal costo maggiore di 15 euro sono invece da ritenersi decisamente costose, e a meno che tu non sia un pittore di professione non ti garantiranno nel fai da te risultati troppo superiori a quelle di fascia media.

Prezzi Pennellesse più Vendute

Per concludere mettiamo a disposizione un elenco delle pennellesse più vendute con un confronto tra i prezzi dei diversi prodotti.

Bestseller n. 3
Fit for the Job Spazzola per blocchi di capannoni e recinzioni di grande capacità da 4 pollici per la verniciatura rapida di capanni e recinzioni e altri lavori in legno
Fit for the Job Spazzola per blocchi di capannoni e recinzioni di grande capacità da 4 pollici per la verniciatura rapida di capanni e recinzioni e altri lavori in legno
Spazzola a blocchi ad alta capacità; Copre grandi aree con il minimo sforzo; Impugnatura morbida per un maggiore comfort.
5,39 EUR Amazon Prime
Bestseller n. 5
PENNELLESSA Pennello PLAFONETTA ANTIGOCCIA 150x50 serie 212 X INT. EST. SOFFITTI
PENNELLESSA Pennello PLAFONETTA ANTIGOCCIA 150x50 serie 212 X INT. EST. SOFFITTI
Pratica e leggera; Risultati eccellenti con tutti i tipi di idropittura e quarzi; Antigoccia per un perfetto risultato
15,50 EUR
Bestseller n. 9
Harris 101091008 - Essentials, pennello multiuso a blocco da 10,2 cm
Harris 101091008 - Essentials, pennello multiuso a blocco da 10,2 cm
Essentials, grande pennello rettangolare piatto da 10,2 cm per tutti i tipi di pittura
7,20 EUR Amazon Prime
Bestseller n. 10
Pennelli piatti, 2 pezzi Pennello grande per pittura murale 30 x 120 mm
Pennelli piatti, 2 pezzi Pennello grande per pittura murale 30 x 120 mm
Fornitura: 2 spazzole piatte; Lunghezza della spazzola: ca. 44 mm; Larghezza: circa 120 mm
9,22 EUR Amazon Prime

Luca Ferraro è un operaio verniciatore con una grande passione per la propria professione. Dopo anni di esperienza nel settore, ha deciso di condividere la sua conoscenza con gli altri attraverso un blog dedicato alle vernici.
Il sito di Luca Ferraro è un punto di riferimento per chiunque voglia scoprire di più sulle vernici e sul loro utilizzo. Grazie alla sua esperienza, Luca è in grado di fornire consigli utili su come scegliere la vernice giusta per ogni esigenza e su come applicarla correttamente per ottenere i migliori risultati.